Il design come elemento strategico,
i professionisti italiani come attori del cambiamento.

Il team

Un triennio di impegno, entusiasmo e coerenza. Una continuità operativa opportuna per non rallentare il percorso fatto; una continuità rispetto a una idea che ha visto e intende vedere i professionisti dell’associazione come veri protagonisti.

Umberto Cabini
vicepresidente
Riccardo Diotallevi
Consigliere
Simona Finessi
tesoriere
Fabrizio Pierandrei
Consigliere
Marco Bonetto
Consigliere
Alex Terzariol
Consigliere
Dario Curatolo
Consigliere
Francesco Subioli
Consigliere


Caro socio, il bilancio del mio mandato da Presidente è l’occasione per riflettere insieme.

Programma triennio ADI 2017/2018/2019

ADI: una piattaforma per il design

Il design è una risorsa strategica e trasversale che può connettere la produzione, la formazione, il
commercio, il turismo valorizzandone le eccellenze. L’arte e il design ci rappresentano e sottolineano l’unit
di pensiero che caratterizza il nostro modo di creare, di vivere e di lavorare
Tematica e di filiera

Mettendo al centro la cultura del progetto ADI intende ribadire con chiarezza il proprio ruolo storico di rappresentazione di interessi e espressioni della costellazione del design.

Un riferimento autorevole del mondo del design

ADI vuole esprimere contemporaneità, qualità e usabilità dei contenuti, ricchezza delle occasioni e delle opportunità di conoscenza, di relazione, di proposte, di business.

Un motore culturale

per evidenziare e documentare quanto la cultura del progetto applicata a migliorare la qualità della vita delle persone e le loro relazioni con lo spazio, con il tempo e con gli altri sia stata e sia in grado di produrre, in tutte le sue aree applicative, valori identitari.

Un luogo di reale condivisione e coinvolgimento

Per dare la possibilità a persone, gruppi, istituzioni, imprese, professionisti, docenti, studenti e media di interagire, di “trovarsi” e di condividere percorsi, progetti, proposte e accordi. L'obiettivo è trasformare la piattaforma ADI nella più grande “enciclopedia del design`` contemporaneo.

Un palcoscenico

Capace di esprimere e documentare le relazioni tra le culture del progetto, le culture della professione e le culture della produzione; l’evoluzione degli spazi, degli oggetti, delle città, delle estetiche, dei comportamenti collettivi: uno spazio nel quale “va in scena” la contemporaneità quale sperimentazione del futuro.

Una narrazione

Il dialogo, il confronto, la conoscenza, convergenza/divergenza e originalità delle “storie” che in essa sono narrate, creano uno spazio di esperienze conoscitive e relazionali, capaci di alimentare “la mente e il cuore” degli abitatori della piattaforma ADI.

Programma triennio ADI 2017/2018/2019

ADI protagonista: cosa significa?

Una piattaforma che rappresenta una comunità di persone, che pur esprimendo interessi e bisogni specifici, convergono in un territorio le cui regole di partecipazione sono conosciute e condivise da tutti.

Una piattaforma è soprattutto una straordinaria occasione per esprimere e praticare collaborazione, interazione, arricchimento della conoscenza e delle esperienze, permettendo alle persone di apportare contributi, capaci di alimentare “il valore e la vita” che scorre all’interno della piattaforma stessa.

Il design oggi

“il tratto culturale prevalente” della realtà contemporanea

Progetta le forme della cultura materiale e immateriale, utilizzando e trasformando l’immaginario, il simbolico, le
conoscenze, le fruizioni e interpretando il desiderio individuale e collettivo.

Il design è chiamato a esprimere l’etica della responsabilità individuale, collettiva e planetaria, proponendo uno sguardo, una fruizione e un’esperienza in grado di modificare profondamente l’uomo, le sue conoscenze, i suoi saperi e l’ambiente nel quale vive.

ADI Design Memorandum 2.0